• Tempo di Vacanza

    Tempo di Vacanza

    Ormai ci siamo. In questi giorni qualcuno di N.O.I. è in vacanza. Lo studio non chiude mai. Ad agosto saremo aperti come sempre. Avremo un orario leggermente differente ma potremo in ogni caso garantire tutte le cure necessarie ai nostri pazienti. È per questo motivo che qualcuno del nostro organigramma in questi giorni sta facendo le sue vacanze per poi essere presente nel mese di agosto.

    E così io posso assistere a chi va e chi torna, a chi progetta, a chi sceglie e decide principalmente come utilizzare il proprio tempo nei giorni dedicati non più al lavoro ma alla vacanza. Dal momento che, proprio da questo Blog, più volte ho scritto della scarsità del tempo rispetto al passato e della qualità del tempo che abbiamo a disposizione, non posso rinunciare ad una breve riflessione sul tema di come viene utilizzato il tempo quando all’improvviso, durante le ferie, ci ritroviamo ad averne in abbondanza.

    Per una società sempre di corsa, dove il tempo ha un valore nettamente diverso rispetto a qualche decennio fa e dove sembra che l’imperativo sia quello di riempire il tempo a tutti i costi, che cosa rappresenta l’ozio? Esiste ancora quel dolce far niente che ci appaga solamente con la possibilità di scegliere consapevolmente di non fare nulla? Ma poi, in realtà, oziare significa non avere nulla da fare o ritagliarsi del tempo per le cose che ci appassionano? E se la passione principale della nostra vita è il nostro lavoro? Avete mai provato a scegliere di lavorare un giorno che potevate non farlo? Avete percepito la differente qualità del lavoro che derivava da una scelta cosi consapevole? Siamo ancora capaci di oziare come si deve concedendoci il lusso di non pianificare nulla? E se non pianifichiamo, siamo capaci di accettare con serenità tutto quello che ne consegue?

    Ho fatto troppe domande lo so. Ma il problema principale è che non ho le risposte. Guardo le ragazze in studio e i collaboratori, sento i pazienti che parlano del loro prezioso tempo libero, che decidono, che partono, che tornano, a volte contenti a volte meno. Io sono comunque contento per loro. Perché so che, per qualche giorno, hanno avuto a disposizione una delle risorse più preziose della loro vita…il loro tempo.

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Elimina commento

Photostream