• Possiamo esaminare il valore?

    Possiamo esaminare il valore?

    Oggi mia figlia Agata affronta la seconda prova del suo esame di maturità. Ieri sera abbiamo avuto una conversazione molto interessante sul valore di questo tipo di prova. Guarda caso, abbiamo parlato proprio di valore!

    Il discorso procedeva dal fatto che, avendo avuto buoni voti durante gli ultimi tre anni, avendo scritto una tesina originale e completa ed essendo riuscita a scrivere una buona prova di italiano, avrebbe potuto tranquillamente rinunciare a dare il massimo in quanto ormai l’esame era superato, almeno da un punto di vista matematico.

    Il discorso è stato un discorso piuttosto astratto, infatti l’impegno di Agata, ho constatato, rimane ancora molto alto. Tutto questo per la voglia di dimostrare soprattutto a se stessi di possedere un determinato valore.

    Serve l’esame di maturità per stabilire quanto vale una persona?

    Io non penso che sia stato concepito per questo scopo. Non penso che serva un esame di questo genere per determinare il valore di una persona. Penso che un esame di questo tipo sia in grado di stabilire la preparazione tecnica di un candidato ma non sia in grado di dare un termine di valutazione per quello che riguarda il valore.

    Il valore di una persona non è misurabile e soprattutto non è quantificabile in relazione ad un singolo evento. Il valore è il modo in cui affrontiamo gli eventi che via via la vita ci mette di fronte. È una risorsa che a volte nemmeno noi sappiamo di possedere ma che sfruttiamo nei momenti in cui abbiamo la necessità di dimostrare quanto valiamo. Appunto.

    Ieri ho parlato con mia figlia e ho potuto distinguere esattamente la preparazione culturale e tecnica dal valore dimostrato nel volere dare il massimo fino in fondo, indipendentemente dal risultato finale.

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Elimina commento

Photostream