Prevenzione

Programma la tua salute perché la salute è tutto un programma.

Dalla nostra costituzione:
“Il 1° e unico studio al mondo che non cura i denti, alle persone, ma opera ed eccelle nel campo della relazione con le persone alle quali e con le quali cura i denti.”

La prevenzione come stile di vita.
La salute da programmare per non lasciare che la malattia costituisca un pensiero da subire in modo passivo.

Abbiamo programmi di prevenzione per non fare ammalare i più piccoli e gli adulti e programmi speciali di mantenimento in salute per tutti quelli che hanno subito cure nel tempo.

Ogni bambino che inizia la sua esperienza in studio ha la possibilità di affrontare l’esperienza del test salivare (link) per piccoli campioni di spazzolamento. Un percorso modellato direttamente sul piccolo paziente che può imparare la più sana delle abitudini, quella di avere cura della salute della propria bocca.

Per gli adulti ci sono ben 5 igienisti che i prendono cura della salute di tutti i pazienti dello studio.
Ci occupiamo di persone sane che non vogliamo fare ammalare. Una missione importante che in tanti anni ci ha dato moltissime soddisfazioni.
Anche in questo caso viene proposto un vero e proprio programma personalizzato che accompagna durante l’anno il paziente con un piano di trattamento adeguato alle esigenze e alle necessità di ognuno. Radiografie, diagnosi laser, terapia fotodinamica (laser), pulizia della placca con polveri speciali meno aggressive, sbiancamenti personalizzati e tante altre terapie e servizi per guidare i pazienti nell’incredibile mondo dello “stare bene”.

C’è tanto lavoro da fare per la salute ma tutto questo lavoro è più leggero e porta migliori risultati se è condiviso con persone che hanno a cuore la il mantenimento della salute e la prevenzione della malattia. Tanta prevenzione che passa anche dalla comunicazione efficace attraverso tutti i mezzi possibili: i social, il blog, il sito, il programma radio, il nostro foglio da ritirare in studio per “imparare e fare” (trovate il link in home)e poi tante occasioni per parlare insieme a tutte le persone che lavorano nello studio.

E se vi siete già sottoposti alle cure e siete tornati in salute ci sono i programmi di mantenimento per gli impianti e la chirurgia parodontale, dopo grosse riabilitazioni protesiche, durante e dopo i trattamenti ortodontici.
Non vi lasceremo mai soli ma vi accompagneremo sempre, se lo vorrete, per garantire il più alto standard di mantenimento della salute a vostra disposizione.

I professionisti siamo N.O.I. ma i protagonisti sarete voi.

Igiene dentale

L’igiene dentale è la procedura essenziale per prevenire le malattie e mantenere, sia nei bambini che negli adulti, la salute della bocca. Previene l’insorgenza della carie e la intercetta prima che possa ulteriormente danneggiare il dente. L’igiene è essenziale anche per impedire lo svilupparsi della malattia parodontale (comunemente chiamata piorrea) che causa problemi ai tessuti di sostegno de dente fino a causare la perdita dello stesso.

L’igiene orale corretta sta anche alla base della cura di malattie importanti che colpiscono l’organismo come il diabete, le malattie cardiache e il parto prematuro.
Alla luce dell’importanza che ricopre questa disciplina, nel nostro studio è attivo un programma di richiami e di controlli periodici adatto e personalizzato alle esigenze di ciascun paziente.

Ortodonzia

L’ortodonzia si occupa di prevenzione, diagnosi e trattamento dei denti che non hanno una corretta posizione nella bocca. Si cura anche della crescita corretta delle ossa facciali e delle conseguenti disfunzioni a carico dei muscoli dell’articolazione temporo-mandibolare e dei legamenti che governano questo sistema.

Correggere una malocclusione migliora la salute della bocca e di tutte le strutture che sono connesse e legate ad essa creando una migliore armonia posturale.

Chi non si piace e si sente poco attraente, a causa di denti storti o di un profilo non armonico, tende a coprire la bocca quando parla, esita a sorridere e cerca di nascondere la propria immagine, è per questo motivo che oggi l’ortodonzia trova applicazione anche nelle persone adulte vogliono migliorare la posizione dei denti sia per questioni funzionali che estetiche.

Pedodonzia

La Pedodonzia tratta la cura dei denti dei bambini dai 3 ai 14 anni, seguendo lo sviluppo di tutta la dentatura decidua (denti da latte) fino all’arrivo nel tempo della dentatura permanente. I denti decidui o da latte si ammalano e possono essere causa di dolore e infezioni (ascessi). È importante curare i denti da latte in quanto fungono da guida per il normale sviluppo delle ossa della bocca e per il corretto posizionamento dei denti permanenti.

La Pedodonzia è strettamente correlata all’ortodonzia e si serve dell’aiuto dell’igienista dentale per istruire i bambini ad una corretta pulizia della propria bocca e quindi al mantenimento della salute generale del cavo orale.

Conservativa

La carie è un processo distruttivo del dente dovuto all’azione degli acidi prodotti dalla placca batterica. La terapia conservativa ha l’obiettivo di preservare quanto più dente possibile, ripristinando la porzione di dente intaccata dal processo carioso o persa in caso di traumi.

Nel nostro studio abbiamo abbandonato completamente e da ormai molti anni, l’utilizzo delle vecchie otturazioni “grigie” (amalgama d’argento) a favore di materiali più sicuri, estetici e biocompatibili: i compositi.

Queste procedure vengono effettuate con l’utilizzo della diga di gomma, un foglio in lattice che protegge e isola il dente, con notevoli vantaggi per il paziente (maggior confort e sicurezza) e per l’operatore (assenza di umidità, miglior possibilità di pulizia e disinfezione delle cavità).

Terapia endodontica

Il trattamento endodontico è un intervento odontoiatrico ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (il tessuto molle interno al dente che contiene il nervo e i vasi sanguigni) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito di interventi sul dente, o da un trauma (grave e improvviso o più leggero ma ripetuto) che ha provocato frattura o scheggiatura o incrinatura profonda. Il trattamento consiste nello svuotamento di tutto ciò che è presente all’interno dei canali tramite strumenti appositi monouso, nella disinfezione accurata e nel sigillo con un materiale riscaldato (guttaperca) che ne permette la chiusura e il sigillo impedendo ai batteri di sopravvivere e mantenere l’infezione.

Gnatologia

La gnatologia studia le funzioni della mandibola (masticazione, deglutizione, fonazione, postura), i rapporti tra le ossa mascellari, i denti, le due articolazioni temporo-mandibolari. Inoltre considera e analizza i muscoli che muovono le ossa mascellari e il sistema nervoso che comanda quei muscoli, compresa la lingua.

Sempre più spesso si sente parlare di bruxismo, una parafunzione che porta ad un digrignamento involontario dei denti che si presenta sia di giorno, ma soprattutto di notte, in situazioni di stress psico-fisico. Non si tratta solo di movimento dei denti ma anche di serramento associato all’aumento della pressione o forza di chiusura sui denti.

Per prevenire questa patologia e proteggere i denti e le articolazioni, oltre all’insegnamento di una apposita ginnastica, si utilizzano manufatti prevalentemente di resina o bite che permettono uno scarico delle forze che si generano nel cavo orale e un riposizionamento della mandibola che produce allo stesso tempo un rilassamento dei muscoli masticatori e di tutti gli altri muscoli interessati.

Parodontologia

Con il termine di malattia parodontale si intende un gruppo di patologie infiammatorie che colpiscono l’insieme di tutte le strutture che circondano il dente e lo mantengono saldamente attaccato all’osso.

Nella fase iniziale si ha solo un’infiammazione superficiale, la gengivite; se non curata, l’infezione procede in profondità: la gengiva si allontana dal dente, creando tasche in cui i batteri si accumulano, il tessuto osseo viene distrutto, i denti perdono supporto e diventano mobili. Inoltre la parodontite trascurata può avere correlazioni con patologie sistemiche come il diabete, le malattie cardiovascolari e il parto prematuro.

È opinione diffusa che contro questa malattia, un tempo chiamata piorrea, vi sia poco da fare e che sia normale esserne affetti se ne hanno sofferto i propri genitori. In realtà i disturbi delle gengive e dell’osso sottostante possono essere prevenuti e controllati grazie ad un programma personalizzato di sedute di igiene orale e visite di controllo.

Implantologia

L’implantologia è l’insieme di tecniche chirurgiche che permettono di restituire ad un paziente affetto da edentulismo totale o parziale la funzione di masticazione mediante l’utilizzo di impianti dentali in titanio (che è un materiale biocompatibile) inseriti chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare che fanno da sostegno per i nuovi denti.

Una volta inseriti gli impianti possono costituire un supporto stabile per un dente singolo o per più denti (ponte) o per una protesi completa, sia fissa che mobile.

L’implantologia è oggi una tecnica sicura e collaudata che richiede grande esperienza dell’operatore e consapevolezza da parte del paziente della necessità di un corretto mantenimento igienico degli impianti una volta inseriti.

Protesi

In campo odontoiatrico la protesi è il ripristino della struttura dei denti compromessi (devitalizzati o magari molto ricostruiti) o la sostituzione di quelli mancanti tramite ponti. I manufatti vengono prodotti dall’odontotecnico su indicazione dell’odontoiatra che prende un’impronta nel cavo orale del paziente.

Oggi l’impronta, nello studio Rossini, è stata sostituita dalla scansione digitale intraorale che permette di ottenere, grazie ad uno scanner (una specie di piccola telecamera in 3D), delle immagini computerizzate, tridimensionali della bocca del paziente. In protesi fissa questi manufatti vengono prodotti con le più moderne tecnologie digitali (CAD/CAM) e cementati in maniera definitiva sui denti precedentemente preparati dall’odontoiatra (monconi).

I materiali utilizzati sono tutti assolutamente estetici e bio-compatibili e si integrano perfettamente nel cavo orale del paziente.

Protesi mobile

La Protesi mobile comprende tutti gli apparecchi rimovibili, sia totali che parziali (dentiere e scheletrati), che sostituiscono in parte o in maniera integrale la dentatura del paziente.

Nonostante l’arrivo dell’implantologia, ci possono essere dei casi in cui l’inserimento degli impianti è troppo complesso o non viene accettato dal paziente o sono presenti patologie sistemiche che costituiscono delle controindicazioni per questo tipo di interventi. In questi casi le protesi mobili costituiscono una valida alternativa e permettono a tutti i pazienti di masticare i cibi e al tempo stesso di avere una buona estetica e un’ottima vita sociale.

Le protesi mobili comunque possono anche essere sostenute da due o più impianti in modo da renderle più stabili ed aumentare il confort del paziente.

Apnee notturne (OSAS)

Da qualche tempo ormai i dentisti sono stati indicati dal Ministero della salute come professionisti coinvolti in questa particolare patologia del sonno che coinvolge un numero sempre maggiore di pazienti.

Si tratta di una ostruzione temporanea delle vie aeree superiori durante il sonno (Apnea notturna) che impedisce un corretto riposo e si ritiene responsabile di numerosi incidenti stradali dovuti alla stanchezza durante il giorno e di altre patologie dovute alla scarsa ossigenazione del sangue nelle ore del riposo.

I dentisti, in seguito ad una corretta diagnosi specialistica, sono in grado di applicare nel cavo orale del paziente dei dispositivi mobili confortevoli e funzionali da portare nelle ore notturne. Questi dispositivi sono in grado di ridurre al minimo gli episodi di apnea migliorando molto la qualità della vita dei pazienti così trattati.

Per chi volesse approfondire  l’argomento è possibile scaricare il nostro  Foglio che tratta proprio  di questo argomento,   cliccando sul tasto “scarica informativa”.

Scarica l'informativa

Chirurgia Orale

È l’insieme di tutte le procedure e degli interventi chirurgici effettuati nella bocca dei pazienti.

Intendiamo quindi tutti i tipi di estrazioni dentali (comprese quelle dei denti del giudizio, inclusi o meno), la disinclusione di alcuni elementi a scopo di recupero ortodontico, la rimozione di formazioni cistiche e anche di piccole formazioni neoplastiche.

Parte degli interventi chirurgici oggi viene eseguita con strumenti laser che consentono un taglio dei tessuti atraumatico, con minimo dolore e che consente una più rapida guarigione con minore infiammazione.

Laserterapia

I moderni laser dentali sono un’alternativa, semplice e soprattutto confortevole, per molte terapie, come il trattamento delle carie, delle gengive malate, dei denti sensibili, la chirurgia del tessuto molle e la devitalizzazione.
In realtà il laser in odontoiatria esiste da oltre 10 anni, ma solamente oggi si riescono a produrre degli strumenti veramente efficaci che possano dunque produrre risultati soddisfacenti.

Interventi e vantaggi dell’utilizzo del laser in odontoiatria:

Trattamento della carie
Il raggio del laser cura delicatamente la carie vaporizzandola e riducendola in pratica in pulviscolo, quindi senza alcun dolore o fastidiosa vibrazione. È una tecnologia che risolve molti problemi, soprattutto con i bambini, che in questo modo possono tranquillamente scordarsi per sempre del temuto trapano.

Paradontologia
Il laser si presta bene anche alla cura delle gengive. Questo agisce attraverso una fibra molto sottile che riesce ad arrivare fin dentro le tasche gengivali eliminando i batteri e anche un sottile strato della gengiva infiammata, rimuove il tessuto necrotico e stimola le nuove cellule. In pratica così la guarigione diventa anche più rapida, senza bisogno di anestesia o di punti. Proprio come per la carie il laser agisce vaporizzando lo sporco e i batteri, il tutto senza provocare alcun dolore.

Sbiancamento
Grazie al laser anche lo sbiancamento dentale diventa più veloce, e soprattutto più profondo e dunque duraturo. Alcuni tipi di macchie possono essere eliminate solamente con il laser.

Devitalizzazioni
Utilizzando dei laser specifici è possibile intervenire nel trattamento del canale della radice. Il canale viene pulito e il laser viene utilizzato per eliminare i batteri così da impedirne la proliferazione, migliorare la chiusura del canale e diminuire i tempi del trattamento e della guarigione. L’energia del laser riesce infatti a fondere completamente la dentina, chiudendo così i tubuli dentinali.

Chirurgia del tessuto molle
Solo con il laser è possibile praticare la chirurgia dei tessuti molli della bocca senza alcun dolore. La fibra ottica del laser infatti riesce a colpire delicatamente il tessuto e a vaporizzalo agendo cellula per cellula. Con il laser inoltre non c’è alcun sanguinamento, le ferite guariscono prima e senza bisogno di punti.

Implantologia
L’utilizzo del laser costituisce un valido aiuto nel caso di impianti osteointegrati a carico immediato. Questo strumento agisce decontaminando in profondità l’alveolo ed eliminando i batteri. La ferita guarisce quindi più velocemente e sono attenuati i fastidiosi interventi collaterali come il dolore, il gonfiore e il sanguinamento.


Terapia e dell’utilizzo del Laser in Odontoiatria

I trattamenti eseguiti con Laser Terapia sono più brevi e comportano un minor sanguinamento della parte trattata. La Laser Terapia comporta inoltre una diminuzione sensibile del dolore durante e dopo i trattamenti ed una minor invasività delle terapie.
L’utilizzo del Laser erbium è particolarmente indicato nel trattamento dei bambini, nelle pazienti in stato di gravidanza e nei pazienti cardiopatici in quanto consente la preparazione della cavità per la rimozione delle carie senza anestesia.

I vantaggi per il paziente derivanti dall’utilizzo del laser erbium sui tessuti molli si possono così riassumere:

  • anestesie ridotte al minimo
  • evita il fastidioso utilizzo del trapano
  • minor utilizzo di suture
  • minor sensibilità post operatoria
  • rimozione selettiva dei tessuti malati
  • guarigione più rapida
  • minor gonfiore
  • minor rischio di infezione
  • esposizione degli impianti
  • decontaminazione batterica
  • curettage
  • frenulectomia
  • gengivectomia
  • gengivoplastica

Il laser Diodo può essere impiegato nei seguenti trattamenti:

  • parodontopatie parodontite o piorrea
  • chirurgia parodontale
  • trattamento delle tasche gengivali
  • innesto di gengiva (incisione gengivale, gengivectomia, gengivoplastica)
  • chirurgia dei frenuli linguali e labiali
  • rimozione di neoformazioni (fibroma e epulide)
  • incisione e drenaggio degli ascessi
  • sterilizzazione dei canali fistolosi
  • incappucciamenti diretti
  • sterilizzazione e decontaminazione degli impianti
  • trattamento delle perimplantiti
  • chirurgia pre-protesica
  • lesioni aftose e lesioni erpetiche
  • leucoplachie e Lichen Ruben Planus
  • sbiancamento dentale
  • biostimolazione
  • trattamento della sindrome algico-disfuzionale
  • trattamento delle cefalee